Per il terzo anno consecutivo Riccardo Ranzani è Campione Italiano Juniores di tiro al bersaglio 300 m per la specialità Arma Libera 3 Posizioni e per la specialità Arma Libera a Terra.

Si è infatti conclusa ieri a Carrara, nel poligono della Marina Militare il Campionato UITS di tiro accademico a 300m, Riccardo con la sua Sabatti STR 308w Multiradiale ha vinto sia la gara di Arma Libera 3 posizioni, sia quella di Arma Libera a Terra. Entrambe le gare di tiro al bersaglio si sono concluse con due punteggi di ottimo valore tecnico.

Nella gara di 3 Posizioni svoltasi di primo mattino con 574/600 punti totali il nostro tiratore ha sfiorato il record italiano (579/600), che già detiene e che fu stabilito lo scorso anno proprio a Carrara, in questa specialità ha inoltre realizzato nella frazione a terra ben due parziali di 99/100.

Nella gara a terra disputata invece nel pomeriggio, oltre a vincere con 587 punti su 600 ha realizzato ben due serie perfette , in cui ha realizzato il massimo punteggio possibile di 100/100. Il risultato è ancora più interessante e tecnicamente significativo se si pensa che queste due serie sono state messe a segno dopo ben 40 colpi di gara e quindi con canna sicuramente non pulita e oltretutto molto calda, vista anche la temperatura esterna di oltre 33°. Nel tiro accademico non c’è tempo per raffreddare la canna o per pulirla tra le serie o tra colpo e colpo.

Ranzani ha utilizzato la STR 308w per la sua gara di tiro al bersaglio, ormai un’arma che porta con sé molte certezze.

La STR 308w MRR utilizzata da Riccardo è la stessa dal 2017; ha all’attivo ora circa 4000 colpi tirati in queste tre stagioni, ma continua a portare ottimi risultati come è possibile vedere dai bersagli di gara. Quest’arma è stata usata da Ranzani per le stagioni agonistiche 2017, 2018 e 2019 e gli ha inoltre permesso  di conquistare ben 5 titoli italiani in totale, tre di AL3p e due di ALT, e di stabilire 4 nuovi record italiani di categoria, ad oggi ancora imbattuti.