Tra le carabine di marca Sabatti destinate all’uso in poligono spicca il modello STR-Sport che deriva dalla carabina STR un’arma tattica che si è subito rivelata molto precisa grazie al suo chassis in Ergal 55 fresato dal pieno estremamente rigido ed alla sua canna con rigatura Multiradiale lunga 660mm di diametro 22mm in volata. Partendo dalla medesima azione e dallo stesso chassis, la Sabatti ha progettato una carabina da tiro e competizione con l’obbiettivo di migliorare le già ottime performance dell’STR.

La pala del calcio è stata privata della cerniera per eliminare qualsiasi vibrazione ed è stata dotata di un “bag rider” inferiore inclinato per un perfetto appoggio sul sacchetto posteriore. Al posto del tipico tubone anteriore è stata installata un’elegante asta da tiro in Ergal 55 macchinata da barra che garantisce un supporto anteriore esente da flessioni in appoggio, cosa particolarmente importante quando sono impiegate canne da tiro lunghe e pesanti. La nuova asta anteriore ospita inoltre una slitta integrata di tipo Anschutz per ospitare tutti i migliori bipiedi da competizione presenti sul mercato.

La canna Multiradiale lunga 710mm di diametro 28mm ha completato la nuova creazione.

Già dai primi colpi tirati con i prototipi si è evidenziato che il progetto era particolarmente indovinato, non c’è praticamente stato bisogno di modificare alcunché né di effettuare particolari messe a punto, la carabina STR-Sport sparava bene sempre e con qualsiasi munizione, tanto che Martinelli vinceva il titolo italiano in TLD1 utilizzando cartucce commerciali. Tanti altri tiratori hanno ottenuto eccellenti risultati ma è d’obbligo ricordare i successi ottenuti da Riccardo Ranzani che, proprio con la sua STR-Sport in cal. 308 Win., ha dominato gli ultimi due campionati italiani di carabina libera a 300m. confrontandosi con avversari dotati di costosissime carabine tedesche o svizzere per di più camerate nel precisissimo cal. 6 mm BR.

Il modello STR-Sport monta, come accade per la maggior parte delle carabine Sabatti, canne con rigatura MULTIRADIALE (MRR®) dotate di caratteristiche peculiari e migliorative rispetto alla rigatura convenzionale.  È opinione comune che per vincere nelle gare di tiro a lunga distanza non si possa prescindere da una buona ricarica e qui ognuno ha la sua ricetta magica.  Le STR-Sport, equipaggiate con canne MULTIRADIALI (Multi Radial Rifling), hanno invece vinto parecchie gare utilizzando munizioni Fiocchi Perfecta di serie e questo la dice lunga sulle qualità intrinseche dell’arma.

La meccanica della STR SPORT è composta dalla classica azione corta Sabatti con caricatore da 3 colpi. L’otturatore a due tenoni è dotato di manubrio con pomello tattico intercambiabile, mentre la leva sgancio caricatore è esterna al ponticello, per un più rapida sostituzione durante le competizioni. Il dispositivo di scatto può essere il classico “match a tre leve” oppure, a richiesta, il nuovo “Match a Doppio Stadio (DSMT)” che ha debuttato assieme a questa carabina e che garantisce un peso di scatto molto ridotto senza per questo limitare la sicurezza di utilizzo dell’arma. I calibri in cui viene prodotta sono: 6,5×47 Lapua, 6,5 Creedmoor, 308 Win., 300 Win. Mag. la calciatura è disponibile in due colorazioni, con ricopertura in Cerakote colore rosso vivo oppure nella più classica colorazione nera; il tiro. Per l’anno 2019 è stato scelto di introdurre una nuova colorazione del calcio sostituendo il color rosso vivo con un rosso metallizzato meno appariscente ma più elegante.

Può essere montata, se richiesta, una slitta con inclinazione 20 MOA in acciaio, sono disponibili in alternativa slitte da 7 e da 30 MOA.

Le eccellenti prestazioni della STR-Sport, come sopra riportato, sono rese possibili da una azione di ottima qualità, da uno chassis molto rigido ma sopratutto dall’utilizzo di canne con rigatura Multiradiale progettate e costruite in esclusiva da Sabatti.

Voglio qui riassumere le caratteristiche principali di questa innovativa rigatura che si sta imponendo sempre più come riferimento per le carabine da tiro.

Nelle canne MULTIRADIALI al posto della normale rigatura troviamo due raggi diversi che si alternano in modo da deformare leggermente la geometria del proiettile ma senza intagliarlo evitando perciò stress eccessivi al proiettile stesso.

I test che abbiamo effettuato hanno fornito dati interessanti. Abbiamo rilevato velocità di uscita più alte rispetto alla rigatura convenzionale con valori pressori nella norma, questo è dovuto al fatto che il proiettile riesce a sigillare molto meglio il foro della canna limitando le fughe in avanti dei gas ed utilizzando perciò in maniera più efficiente l’energia del propellente.

La dimensione delle rosate di tutte le nostre carabine bolt action è mediamente diminuita, ciò è dovuto principalmente alle tolleranze molto strette che siamo riusciti a mantenere producendo le canne MULTIRADIALI. Questo particolare tipo di rigatura infatti, si presta particolarmente bene ad essere ad essere realizzata mediante rotomartellatura a freddo per cui la costanza geometrica del profilo della rigatura è risultata eccellente lungo tutta la canna e, di conseguenza, sono praticamente scomparse le canne che fornivano risultati mediocri. Il numero dei fliers si è drasticamente ridotto, ciò può essere in gran parte attribuito alla particolare geometria del cono di forzamento, infatti la rigatura MULTIRADIALE genera un cono di forzamento geometricamente diverso che riesce ad inserire in maniera più sicura e precisa la palla nelle rigature, forzando il proiettile ad allinearsi meglio con l’asse della canna.

I depositi di rame all’ interno delle canne MULTIRADIALI, a parità delle altre condizioni, sono inferiori rispetto alle rigature convenzionali richiedendo degli interventi di pulizia e sramatura meno frequenti e molto più facili da eseguire. Abbiamo infine verificato la possibilità da parte dell’utilizzatore finale di migliorare sensibilmente le prestazioni delle canne MULTIRADIALI semplicemente lappando il foro con tamponi e pasta abrasiva, senza correre il rischio di rovinare gli spigoli delle righe.