Riccardo Ranzani è per la seconda volta consecutiva campione italiano nella categoria Arma Libera a tre posizioni e conclude la gara e la stagione con un nuovo record di 579/600 punti. Un anno esaltante per il tiratore anagnino!

Ripercorriamo insieme la sua stagione per cercare di capire come ha raggiunto questo grandissimo risultato.

Dopo un inverno pieno di lavoro, allenamento e ricerche per trovare le migliori soluzioni tecniche, Riccardo arriva a Colle Val D’Elsa per la prima gara della stagione più preparato che mai e il lavoro fatto ha dato immediatamente i suoi frutti tanto che  in questa gara ottiene non solo due vittorie nelle categorie Arma Libera a tre Posizioni e Arma Libera a Terra, ma anche un nuovo importante record in quest’ultima categoria con ben 594 punti su 600.

Messo di fronte ad una scelta tra un incontro internazionale a Pforzheim in Germania con la Nazionale italiana e la seconda gara di campionato disputata a maggio a Codogno, Riccardo decide di rinunciare alla seconda conscio anche del fatto che saltare una gara può andare a compromettere il risultato finale del campionato.

Senza il minimo timore, però, si presenta alla gara successiva a Pavia sicuro delle sue potenzialità e pronto a dare il meglio per poter rimanere in gioco nel campionato.

In questa occasione, come vi abbiamo raccontato, il nostro tiratore ha avuto dei problemi con le munizioni che non gli hanno permesso di iniziare la competizione nel migliore dei modi. Nonostante ciò realizza due serie quasi perfette a terra e un buon risultato in piedi che gli valgono la vittoria della gara e il nuovo record italiano di AL3P.

L’ultima gara di campionato di Arma Libera si svolge a Carrara con non poco nervosismo e un po’ di agitazione Riccardo Ranzani inizia la gara giocando d’attacco introducendo delle soluzioni tecniche sulla carabina che si riveleranno a fine giornata molto azzeccate.

Riesce a realizzare 95 e poi 97 punti in ginocchio mentre a terra realizza 99 punti in entrambe le serie, l’arma da veramente il meglio e il nostro tiratore non è da meno. Nella prima serie cinque colpi si infilano sempre nello stesso foro ed è solo il bollino perforato a testimoniare il colpo!

Le serie in piedi non deludono e riesce ad ottenere 95 punti nella prima e 94 nella seconda.

Con un totale di 579/600 Ranzani realizza un NUOVO RECORD ITALIANO solo 15 giorni dopo quello di Pavia e con ben 15 punti di differenza dal precedente. Questo nuovo risultato lascia tutti senza parole tanto da costringere gli addetti ad eseguire i controlli per l’omologazione; appena accertata la regolarità delle attrezzature l’ufficiale di gara dichiara la conformità del record e per la seconda volta consecutiva Riccardo Ranzani è campione italiano.

Il tiratore ci ha confidato: “Vincere il campionato significava confermare a tutti che lo scorso anno non si era trattato di un caso. In una stagione piena di impegni, agonistici e non, realizzare risultati così sorprendenti è stata una grandissima soddisfazione.”

Ed anche per noi è stata una grandissima soddisfazione vedere che un’arma standard della nostra produzione può ottenere risultati così importanti. Facciamo tantissimi complimenti a Riccardo per il suo campionato e siamo certi che il prossimo anno ci stupirà nuovamente.