Due vittorie ed un nuovo Record Italiano nell’Arma Libera a Terra per Riccardo Ranzani e la sua Sabatti STR a Colle Val d’Elsa. da tiro lunga distanza

Ha preso il via nei giorni tra il 16 e il 18 Marzo la stagione agonistica di tiro lunga distanza a 300 m che ha dato inizio a Colle Val d’Elsa in provincia di Siena al primo Trofeo Nazionale Federale 2018 UITS/ISSF. Sulle linee di tiro del poligono toscano si sono sfidati i migliori specialisti italiani del tiro a lunga distanza ISSF tra cui Riccardo Ranzani.

Il giovane non si è fatto trovare impreparato all’appuntamento e ha conquistato immediatamente due belle vittorie nelle specialità: Arma Libera a Terra e Arma Libera a tre posizioni.

Nella prima ha stabilito il nuovo record italiano Juniores con un fantastico 594/600 realizzato con due eccezionali serie a punteggio pieno 100/100.

Ranzani, che da quest’anno porta i colori del Tiro a Segno Roma, è sceso in gara con la sua Sabatti STR in calibro 308 Win. con canna Multiradiale. Il binomio ha dimostrato ancora una volta tutte le sue potenzialità.

Con questa partecipazione Riccardo e la sua Sabatti da tiro lunga distanza detengono ora entrambi i primati italiani Juniores a 300 m: ALT594/600 e AL3P 561/600.

Riccardo che è ovviamente felicissimo del risultato ottenuto ci ha confidato che era consapevole di essere in forma e pronto a dare il massimo in questa gara; “ sarei disonesto se dicessi che non mi aspettavo un buon punteggio” ammette. Anche se, come in ogni gara, non si può mai prevedere il risultato.

“Tecnicamente sono molto soddisfatto perché l’arma va molto bene, ho fatto pochi errori e sono certo che ci sono ancora ampi margini di miglioramento” aggiunge il ragazzo.

Il campione di tiro lunga distanza ritiene sia significativo che l’arma abbia fatto le migliori serie, ovvero quelle da 100/100, alla quarta e quinta serie con canna molto calda e dopo aver sparato almeno 50 colpi con una media di un colpo al minuto. Ne deduciamo, dunque, che la sua canna Multiradiale da 28m non risente minimamente del riscaldamento mantenendo, anzi esaltando, la sua precisione.

“Per la gara a tre posizioni – prosegue- ho pagato un po’ la fatica della mattinata appena trascorsa, le competizioni di grosso calibro sono abbastanza pesanti e questo ha inciso un po’ sul punteggio che avrebbe potuto essere più alto. Oltre a ciò credo di non aver scelto per la gara di tre posizioni le munizioni migliori che, però, si sono rivelate ottime in quella precedente. Nonostante ciò, il margine di tredici punti dal secondo classificato è stato sufficiente per vincere anche in questa specialità ed essere in testa al campionato 2018 a punteggio pieno”.

Senza dubbio è stato un inizio di campionato molto positivo che speriamo e crediamo Ranzani riuscirà ad onorare anche nelle prossime gare di tiro lunga distanza ad arma libera. Complimenti Riccardo!